Mistero Younes, il legale del Napoli prova a far chiarezza: “Se ha firmato con un altro club, è nei guai. A meno che…”

Cosa c’è dietro la questione legata ad Amin Younes? Dopo che il suo trasferimento a Napoli era cosa fatta già per gennaio, il calciatore è tornato all’Ajax adducendo come motivazione il malsano stato di salute del nonno. Una situazione che, pur nel rispetto dovuto al calciatore, ha fatto sorridere molti, soprattutto dopo la sua presenza in tribuna al San Paolo. Poi quelle dichiarazioni che hanno spiazzato un po’ tutti: “Non so se andrò a Napoli la prossima estate, quindi non posso dirlo ora. Al momento penso a vincere il campionato con l’Ajax. L’accordo (col Napoli, ndr) non è andato avanti per motivi personali, sono successe un po’ di cose, ma non voglio parlarne. Restare all’Ajax? Non posso escludere niente. Non firmare col Napoli e restare con l’Ajax altri cinque anni? Non posso escluderlo”. Parole che hanno avvolto in un torbido alone di mistero sulla vicenda e sul calciatore.

Volente o nolente, comunque, Younes sarà un calciatore del Napoli a partire dal prossimo 1 luglio. Il contratto è stato già depositato in Lega, e se l’esterno tedesco ha cambiato idea, potrebbe incappare in pericolosi cavilli legali. A spiegare bene la situazione ci ha pensato l’avvocato Mattia Grassani, legale del Napoli, intervenuto a Radio Crc: “Innanzitutto quello che dice il giocatore non può prescindere dagli accordi formalizzati con la società del Napoli alla presenza dello stesso giocatore. Resta il fatto che il Napoli ha sottoscritto durante il mercato un accordo con decorrenza dal 1 luglio 2018; accordo depositato correttamente in Lega. Al di là delle sensazioni di Younes, il Napoli è l’unico club titolare del diritto alle sue prestazioni sportive. Se Younes deciderà di prendere strade diverse rispetto a questo accordo, si assumerà tutte le responsabilità sia economiche che disciplinari.

Firmare per un’altra squadra è uno scenario impercorribile. Se lo dovesse fare verrebbe squalificato e in più dovrebbe risarcire il danno al Napoli in termini economici. Anche il nuovo club sarebbe considerato a livello patrimoniale responsabile in solido. Oggi si sente dire che i contratti, anche firmati, hanno un valore relativo. Siamo però all’interno di un conteso altamente professionale. Non vi è dubbio che le firme di Younes sono arrivate su una serie di documenti. Credo che se il giocatore continuerà nella sua iniziativa, andrà a sbattere contro un muro a meno che il tutto non avvenga alle condizioni del Napoli”.

Younes-Napoli, dunque, sembra una telenovela già iniziata. Altro che accordo concluso: nella prossima estate ne vedremo delle belle. A meno che non si tratti di una mossa strategica del club: ma finalizzata a cosa? Vendendolo, dopo averne acquisite le prestazioni sportive a parametro zero, potrebbe significare per il Napoli una gustosa plusvalenza. Ma a pro di che tutto questo teatrino? Chi vivrà, vedrà.

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano


Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: