VIDEO. Napoli, Il poeta descrive l’ ombelico del Mediterraneo


Queste immagini descrivono ciò che tutti i partenopei pensano e non riescono a dire. Lo scrittore Erri De Luca decanta Napoli attraverso parole ruvide e soavi allo stesso tempo, trasmette un sentimento d’amore profondo per la città dove è nato e che egli stesso chiama:”L’ombelico del Mediterraneo”. Il Vesuvio, il faro che giuda tutti i partenopei, il mare visto come via di fuga dalla sofferenza, il carattere “tellurico” che ci accomuna a popoli distanti migliaia di chilometri e infine Maradona, colui che ha ha fatto il viaggio inverso degli immigrati napoletani per restituire un trionfo breve ma reso grande dal più “felice,guizzo, guappo e prestigiatore del calcio di ogni tempo”. Il suo piede sinistro ha fatto stropicciare gli occhi e spellare le mani ai tifosi di tutta Europa, dice il poeta. Napoli ha avuto Maradona non come Re ma come anello nuziale. Il significato intenso di queste parole inorgoglisce un popolo che forse non si conosce abbastanza. Un popolo ammaliato dalla madre terra e rassicurato dal fuoco che veglia sul grembo di un golfo bellissimo. Il Napòlide è il simbolo di una cultura complessa e piena di contraddizioni, è colui che custodisce il segreto della fusione tra i quattro elementi della natura.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche:

TAGS: , , , ,