Vai Napoli, è il primo set point: con il Benfica per confermare la leadership del girone. “Sono arrapato”, confessa Sarri all’esordio al San Paolo

Torna la Champions, serata di gran gala al San Paolo. Ma non ditelo a Maurizio Sarri, che vuole uno stadio arena per battere il Benfica e mantenere la testa del girone B, dopo la splendida vittoria di Kiev contro la Dinamo. Altro spessore per i lusitani, che arriveranno al San Paolo consapevoli di trovarsi di fronte una grande squadra – il tecnico Rui Vitoria ha avvisato i suoi ieri – e che pure proveranno a fare il loro gioco, facendo correre il Napoli e puntando ad avere sempre il controllo.

“Il Benfica ha grande talento, fa girare bene la palla e non sarà facile riconquistare palla ed imporre il nostro gioco. Ci saranno momenti della partita in cui loro ci faranno correre ed anche parecchio, sarà problematico ma abbiamo lavorato proprio su questo, anche davanti sono pericolosi e Gonçalo Guedes mi piace tantissimo”, ha detto Maurizio Sarri ieri in conferenza stampa.

EMOZIONI -  “Champions o Serie A? Io mi arrapo pure per un’amichevole! Ma è inutile negarlo, rispetto al campionato la Champions ha un fascino ancor maggiore, speriamo di onorarla al meglio in tutti gli impegni mantenendo lo stesso credo calcistico senza snaturarci mai. Domani poi sarà il mio esordio al San Paolo in Champions, non vedo l’ora”.

Dopo la vittoria all’esordio in terra ucraina, il Napoli ha due chances d’oro consecutive: stasera e il prossimo 19 ottobre si giocherà in casa, contro Benfica appunto e poi Besiktas. Facendo bottino piede, gli azzurri avrebbero un piede e mezzo agli ottavi di finale. Ma non ditelo a Sarri. Va a finire che continua a toccarsi le palle, dopo averlo già fatto sabato sera.

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: