Tutti i dubbi sulla panchina del Napoli: Allegri dice no, Mazzarri flirta con la Roma

Il conto alla rovescia per il valzer delle panchine è ufficialmente cominciato. A una sola giornata dalla chiusura di campionato e con risultati quasi tutti alla mano (resta incerta solo la terza posizione e la relativa partecipazione alla coppa Uefa), l’attenzione è tutta rivolta sui prossimi scenari di calciomercato, che vedranno lo scambio di casacca per molti commissari tecnici. Riflettori puntati soprattutto sul mister di San Vincenzo, Walter Mazzarri, che dopo aver concluso felicemente la stagione calcistica al Napoli, portando a casa record inseguiti da anni, potrebbe decidere di non voler guidare gli azzurri nella scalata allo scudetto del campionato 2013-14. Il tecnico toscano ancora non ha scelto che strada intraprendere: non si esclude che decida di fermarsi un anno come dichiarato qualche mese addietro né che voli verso altri lidi, quelli giallorossi nello specifico.

Domenica pomeriggio, dopo l’incontro con il Siena, il ct toscano ha rifiutato ancora una volta l’invito di Aurelio De Laurentiis ad accomodarsi per discutere il rinnovo del contratto, dicendo l’ennesimo no all’offerta di un biennale da 4 milioni di euro a stagione. Un contratto, quello che la società gli ha preparato per legarlo al Napoli, che lo renderebbe il mister più pagato in Italia. Ma a Walter i soldi interessano poco. Tutto rimandato a oggi, quindi. O a domani: probabilmente la festa della squadra per la Champions League potrebbe essere propizia per un avvicinamento con il patron del Napoli. Inoltre, domani Beppe Bozzo, l’avvocato che cura i suoi interessi, sarà nella capitale per parlare direttamente con il ds giallorosso Walter Sabatini e sopratutto per ricevere garanzie tecniche in vista dei tre anni di contratto offerti. Resta ancora tutto da vedere. Quello che è certo è che Mazzarri si impone comunque come il più corteggiato tra i commissari tecnici e che la sua decisione detterà molti scambi di panchina.

La Roma lo cerca per rimettere una squadra con alle spalle un paio di stagioni di bassissimo profilo e al lui potrebbe non dispiacere l’idea di lanciarsi in questa avventura. In fondo, si tratterebbe di rifare quanto ha già fatto con il Napoli, mentre con gli azzurri la responsabilità della corsa allo scudetto peserebbe molto di più. Specie in una città come Napoli che vive il calcio religiosamente. A  Walter Mazzarri, infine, pare stia guardando anche Massimo Moratti per rilanciare un Inter completamente devastata dall’ultima stagione.

Intanto, a Napoli si pensa al dopo Mazzarri. Tra i papabili che potrebbero piacere alla società partenopea ci sono Massimiliano Allegri e Francesco Guidolin. Ma – secondo quanto riporta Tuttosport – i due avrebbero già dato picche al presidente De Laurentiis nelle ultime ore. Allegri avrebbe quindi rifiutato un triennale da 3,5 milioni offerto dal patron azzurro, mentre Guidolin avrebbe ribadito di voler proseguire la sua carriera ad Udine per motivi familiari legati alla moglie Michela. Un altro nome che potrebbe indossare la casacca azzurra è quello di Roberto Di Matteo. E poi ci sarebbe il tecnico dell’Athletic Bilbao Marcelo Bielsa.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche:

TAGS: , , , ,