Quei dubbi atroci che stanno dilaniando lo splendido duello tra Napoli e Juve

La seconda batte il colpo, la prima risponde. Napoli e Juve si stanno giocando il campionato punto a punto, senza paure e con un passo così veloce da far credere che lo scudetto si assegnerà, quest’anno, oltre i 100 punti.

La squadra di Sarri e quella di Allegri si stanno dando battaglia, e se per i tifosi delle due squadre si tratta solo di una sofferenza atroce, per quelli neutrali, e più in generale per il calcio italiano, la battaglia è avvincente e sta innalzando il livello del football nostrano. Tuttavia su questo duello, soprattutto nella mente del tifoso napoletano, si stanno instaurando dubbi atroci, che rischiano di mettere in secondo piano la bellezza della maratona azzurro-bianconera. 

La denuncia è arrivata direttamente da Aurelio De Laurentiis, all’indomani della chiusura del calciomercato: “Alle 21 dell’ultimo giorno di mercato, Carnevali mi contatta e mi dice che Politano si può fare, perché stanno chiudendo Farias col Cagliari. Prepariamo tutte le carte e i contratti e spediamo in tempo al Sassuolo la documentazione firmata. Erano le 22 e 47. Alle 23 chiudeva il calciomercato Il Sassuolo ci risponde alle 22 e 55 con due paginette solo su Ounas, senza timbro e firme. Chiamo Carnevali e gli dico: “Ma che stai facendo?”. Lui risponde che aveva problemi di linea e fax. Nell’era della Pec… Lasciamo stare”. “Younes lo abbiamo preso. Anche se c’è stata una triangolazione con i tedeschi amici degli amici… Ci pensi bene: Juve, Bayern, Eca (European club association ndr), Uefa. Ha capito il film?”, rispose De Laurentiis alla Gazzetta dello Sport. E quando gli viene chiesto del Var, e del fatto che sembri non piacere alla Juventus, il presidente del Napoli risponde: “Sapete come va il mondo”.

Parole durissime quelle pronunciate da De Laurentiis, che hanno trovato eco su numerosi giornali. Il Fatto Quotidiano, rinfocolando la polemica, ha scoperto che la figlia di Carnevali, ds del Sassuolo, lavora alla Juventus come Junior Manager.

Nel frattempo continuano anche gli attacchi a Sarri, che ieri sera, dopo la vittoria di Benevento, ha rifiutato ancora una volta l’etichetta di favorito al titolo. Oggi, attraverso Twitter, il giornalista della Gazzetta dello Sport, Sebastiano Vernazza, lo ha attaccato così: “Dichiarazioni false. In estate la maggior parte pronosticava il duello Juve-Napoli. Sarri mente per togliere pressione, ma se non vincerà lo scudetto, avrà fallito l’obiettivo, questa è la realtà”.

Gli ha risposto, sempre attraverso un cinguettio, l’agente del tecnico partenopeo, Alessandro Pellegrini: “Prima di accusare di falsità…si consiglia terapia antiossidante… Servi!”, con a corredo le pagine della rosea che, quest’estate, mettevano il Napoli in quarta posizione sulla griglia di partenza del campionato, alle spalle di Juventus, Roma, e Inter.

Insomma, il duello tra Napoli e Juventus resta bellissimo. Pulito, e fino a che punto, è ancora tutto da vedere. E ovviamente sullo scontro diretto dello Stadium, in programma il prossimo 22 aprile, bisognerà avere gli occhi ben aperti. A iniziare dal facilmente pronosticabile divieto di trasferta per i tifosi azzurri.

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: