Nuovo stadio e centro sportivo, ennesima burla? De Laurentiis tace, il sindaco di Melito è già agli annunci

Una questione che si trascina da anni, e che è il vero ostacolo al definitivo lancio del Napoli nell’orbita dei top team europei: senza uno stadio di proprietà, e contemporaneamente senza un centro sportivo di proprietà, il club non potrà fare ulteriori passi avanti nella crescita che sta portando avanti ormai da anni. Senza questi due elementi inoltre, e sebbene le finanze della società siano floride, è improbabile che in futuro possano esserci nuovi acquirenti.

Dopo le fantomatiche dichiarazioni che si sono succedute nel corso degli anni, e che hanno visto ora De Laurentiis, ora De Magistris, sbandierare una volontà di costruzione di un nuovo impianto rivelatasi poi totalmente aleatoria, ora è la volta del Sindaco di Melito, Antonio Amente. Il quale, già da un po’ di tempo, va sbandierando l’ipotesi di costruire proprio nella città da lui guidata il nuovo centro sportivo del Napoli; a cui ha poi aggiunto anche lo stadio.

In un’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno, Amente ha chiarito con dovizia di particolari: “Sono stati individuati gli spazi per stadio e centro sportivo: il primo è ai confini con Mugnano, l’altro ai limiti con Arzano e Casandrino. Ho sentito De Laurentiis che si è mostrato sbalordito per la velocità con cui abbiamo agito. Chiaramente ha chiesto una copia della delibera e nei prossimi giorni ci incontreremo per esaminare i terreni. Si dovrà completare l’iter istituzionale e per i primi giorni del nuovo anno si può anche partire anche perché i proprietari dei terreni sono pochi e sarà più facile una contrattazione. Siamo determinati e per la cittadella sportiva si può anche pensare a una comproprietà tra il nostro comune e il Napoli”.

“Stadio? De Laurentiis ragiona su uno stadio da 30-35 mila posti, l’area è stata individuata, il nostro sogno di dare una casa al Napoli nel nostro comune continua e noi di certo non ci fermiamo. Abbiamo dimostrato concretezza. L’idea è nata a Manchester. Ero ospite di De Laurentiis per la trasferta di Champions. Gli ho mostrato i grafici delle aree interessate e lui non si è tirato indietro. Da allora, mi sembra che non ci siamo fermati. Anzi, abbiamo dato un’accelerata e una volta completato l’iter penso che le cose possano andare avanti con la costruzione in primis del centro”.

Davvero stanno così le cose? Se è vero, perché De Laurentiis non dice una parola sulla questione? E in generale, sarebbero davvero quelle le aree più adatte per costruire? Parliamo, purtroppo, di zone disagiate e mal servite da mezzi pubblici e arterie stradali. In assenza di un commento da parte del club allora, non possiamo che derubricare nuovamente la questione: potrebbe trattarsi dell’ennesima burla, riguardante un argomento che da sempre fa parlare stampa e tifosi. E in tal senso dunque, il Sindaco di Melito potrebbe aver ottenuto il suo reale scopo. 

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano

 

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: