Non solo maglie storiche del Napoli…

Quando si pensa ai cimeli del calcio Napoli, la prima cosa che ci viene in mente è la maglia di Maradona con lo sponsor Buitoni, la mitica casacca che ci ha portato alla conquista del primo scudetto nel 1987. Oltre alle maglie storiche del Napoli c’è però tutto un mondo da scoprire, gagliardetti, borsoni, statuette, sciarpe, bandiere ma soprattutto abbigliamento, sia tecnico che di rappresentanza.

Le tute vintage sono delle vere e proprie rarità, innanzitutto perché non venivano commercializzate in grandi quantità come oggi e poi, essendo più soggette ad usura rispetto alle maglie, risultano più difficili da conservare in ottimo stato. Negli anni ’80 la ENNERRE monopolizzò il mercato dell’abbigliamento sportivo legato al calcio ed ha così realizzato alcuni tra i capi sportivi più belli di sempre. Alla fine di quel decennio ad esempio, quando lo sponsor istituzionale era Mars, fu prodotta una bellissima giacca storica del Napoli con una fantasia sfumata che ricorda la spuma del mare, con i loghi degli sponsor verniciati e lo stemma NR cucito.

Tornando alla mitica stagione dello scudetto, si ricorda volentieri la tuta 1986/1987, con l’azzurro come colore dominante ed inserti in bianco, la scritta Buitoni verniciata rossa, il lettering Napoli con lo stemma del club sul lato cuore ed il logo ENNERRE sia cucito che in metallo sulla chiusura a full Zip.

In quel periodo si iniziarono a vedere le prime tute in acetato, come la tuta del Napoli 1985/1986, di colore bianco con inserti a contrasto blu, grigio e giallo, con lo sponsor Buitoni in rosso verniciato e logo NR cucito lato cuore. Tuta indossata da giocatori che sono rimasti nel cuore di tutti i partenopei come Bruscolotti, Giordano, Ferrara e Maradona ovviamente.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche:

TAGS: ,