Napoli Mars, tre anni indimenticabili

Continua il nostro flashback negli anni ’80. Anni che i napoletani ricordano con grande nostalgia, le vittorie conseguite in quel periodo fanno parte della storia di tutti i partonopei e non potranno mai essere dimenticate. L’entusiasmo che si creò attorno alla squadra è irripetibile, basti pensare ai festeggiamenti che inondarono l’intera città dopo lo scudetto e la vittoria in coppa Uefa, momenti di gioia infinita che hanno dei connotati ben precisi e vengono associati ai simboli della SSC Napoli. Come l’accoppiata Napoli Mars, il fortunato sodalizio  che si andò a formare verso la fine del periodo di gloria.

Andando a ripercorrere i vecchi filmati e le foto sbiadite dell’epoca, di una squadra che si allenava ancora al centro Paradiso a Soccavo, scopriamo che il Napoli stava per iniziare un nuovo ciclo, dopo il cosiddetto ammutinamento del 1988 con la “cacciata” dei quattro ribelli Bagni, Giordano, Garella e Ferrario, il Napoli 1988/1989 grazie agli innesti di giocatori come Alemao, Crippa, Corradini e Fusi, fu comunque capace di agguantare un secondo posto dietro l’Inter di Giovanni Trapattoni e di vincere il primo trofeo internazionale impotrante: la Coppa Uefa.

L’anno successivo verrà ricordato dagli appassionati per l’impiego della maglia “in rasato”, sempre con lo sponsor commerciale Mars impresso sul petto e non solo. E’ l’anno del secondo scudetto, vinto grazie al formidabile tridente formato da Maradona, Carnevale e Careca. Una stagione che può essere sintetizzata con una vera e propria chicca, una rarità dell’abbigliamento SSC Napoli, il K-way della lienea allenamento realizzata dalla Ennerre per la squadra partenopea. Con la scritta Ennerre cucita lato cuore e lo sponsor Mars verniciato in bianco sia sul lato cuore che sulla parte posteriore. Lo Stemma e la scritta SSC Napoli anch’essi verniciati.

La storia tra Napoli e Mars si chiude però senza un lieto fine, la stagione 1990/1991 è quella che tutti ricorderanno per l’addio di Maradona. Un divorzio forzato tra il Pibe de Oro, che da anni conduceva una vita sregolata in una città che lo soffocava e la società, che riuscì a farlo andare via solo dopo la positività alla cocaina. Il triste epilogo si una delle più grandi storie d’amore mai esistite. Una stagione che spieghiamo ai tifosi attraverso la bellissima giacca Mars Ennerre 1990/1991, impreziosita dal tricolore vinto l’anno prima, con un bellissimo gioco di colori a contrasto, Loghi ricamati e scritta Mars stampata sul lato destro.

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche:

TAGS: ,