Napoli, è un mercato difficile. Tre obiettivi sul filo del rasoio, tra rifiuti e paure

Sarà perché il mercato non è entrato ancora nel vivo, sarà perché ci sono Europei e Copa America di mezzo (senza tralasciare i play off di Serie B che si sono conclusi domenica), fatto sta che le trattative che il Napoli sta provando ad imbastire in questi giorni risultano difficili da portare a termine per svariati motivi.

ZIELINSKI – Il centrocampista polacco é uno degli obiettivi principali di Aurelio De Laurentiis. Il presidente partenopeo ha dichiarato espressamente di aver già trovato l’accordo con l’Udinese, che ne detiene il cartellino: ai friulani andrebbe una cifra vicina ai 13 milioni di euro, e l’operazione sarebbe completata con la cessione di Juan Camilo Zuniga al Watford, altra squadra di proprietà dei Pozzo. Il problema, come ha sottolineato lo stesso patron degli azzurri, é che Zielinski avrebbe già un accordo con il Liverpool: ci sarebbe stato finanche un colloquio tra il calciatore e Jurgen Klopp, allenatore dei reds. La decisione finale dovrebbe arrivare entro questa settimana: la volontà del giocatore sarà fondamentale per il buon esito della trattativa.

HERRERA – É esattamente il caso opposto. Il Napoli ha l’accordo con il calciatore messicano, impegnato in questi giorni con la sua Nazionale in Copa America. Herrera ha capito la bontà del progetto azzurro, e ha accettato senza troppi tentennamenti la corte del Napoli. Il problema sorge con il Porto: la clausola rescissoria del giocatore ammonta a 25 milioni di euro, cifra che De Laurentiis non è assolutamente intenzionato a pagare. L’offerta del Napoli é ferma a 18 milioni di euro, bisogna arrivare almeno a 20 per provare a convincere il club portoghese.

LAPADULA – Potrebbe sembrare l’operazione più semplice. Un club blasonato come il Napoli che cerca il capocannoniere della Serie B: non dovrebbero esserci problemi. Non ce ne sono infatti con il Pescara, che ha accettato l’offerta del Napoli: soldi (si parla di circa 10 milioni di euro) più il prestito di Verre, che il club azzurro preleverebbe dall’Udinese e lascerebbe in prestito agli abruzzesi. Il giocatore, però, è ancora indeciso: sa bene che accettare l’azzurro significherebbe avere un ruolo da subalterno, con Higuain che gli lascerebbe davvero poco spazio per mettersi in mostra. Ma il Napoli crede in Lapadula, di cui Sarri ammira fortemente le qualità caratteriali e tecniche. Tra i tre casi, é quello più vicino alla fumata bianca.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: