L’ultima cena

Ieri sera sulle colline del Vomero si sentiva forte e chiaro il coro: ”Cavani non si tocca”, cantato da un manipolo di tifosi, desiderosi si mostrarsi vicini alla squadra in un momento di relax e di festeggiamenti come la cena che si è tenuta a Villa D’Angelo Santa Caterina, noto ristorante della zona in di Napoli. Alla serata hanno partecipato tutti, calciatori accompagnati dalle famiglie, staff tecnico, dirigenti e la famiglia De Laurentiis. La festa è stata piacevole e divertente, è cominciata sulle note della sigla della Champions League trasmessa sulla coreografia dei fazzoletti sventolati da tutta la squadra del Napoli ed è proseguita con le battute esilaranti dei comici di Made in Sud che hanno stuzzicato i giocatori con simpatiche gag. Il menù è stato studiato ad hoc per l’occasione ed il piatto forte prevedeva un raviolo a forma di coppa dei campioni cucinato rispettando la tradizione culinaria napoletana. L’apice della serata si è raggiunto quando Morgan De Sanctis si è scatenato sulle note di “Non succederà più” Claudia Mori, la canzone preferita del portiere che ha scatenato l’ilarità di tutti i compagni. Per finire, torta celebrativa della Champions, spumante, saluti e baci. In questa splendida atmosfera d’aggregazione Aurelio De Laurentiis, stuzzicato dai giornalisti risponde ai cori che si udivano dall’esterno con queste parole:”I tifosi non devono preoccuparsi degli addii di Mazzarri e Cavani, piuttosto se me ne andassi io sarebbe un problema”. Parole che non lasciano dubbi sull’ atteggiamento del presidente che ama sottolineare i suoi meriti e un po’ meno le critiche. Ieri sera dunque, è andato in scena l’ultimo atto del rapporto tra Walter Mazzarri e la società, l’ultima cena dell’apostolo di San Vincenzo che ha salutato il passato con la sua benedizione.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: