L’eliminazione dalla Coppa Italia è una conferma: Napoli, serve il mercato per arrivare in Champions

E’ passata l’Inter, alla fine di una partita strana che ha regalato un finale a tinte fosche, con accuse di omofobia e processi mediatici iniziati sin da subito. Una pagina triste per il calcio italiano, l’ennesima di cui non si sentiva minimamente il bisogno.

Riavvolgiamo il nastro. Forse non l’ha snobbata, ma di certo Maurizio Sarri ha rivoltato come un calzino l’undici titolare, proponendo un attacco composto da Callejon, Mertens e Gabbiadini, e un centrocampo di muscoli con David Lopez e Allan nel ruolo di mezzali, e il solo Valdifiori a provare a fare gioco, con risultati tutt’altro che buoni. Nella ripresa poi, dopo aver sostituito Allan con Hamsik, si fa male David Lopez; e i piani di Sarri saltano: entra Jorginho per lo spagnolo, poi Higuain per Gabbiadini. Ma il Napoli perde la bussola, Jovetic e Lijaic gelano il San Paolo, mentre Mertens viene espulso per doppia ammonizione dopo una presunta simulazione. Il post partita è thriller, con Mancini che accusa Sarri di espressioni razziste ed omofobe, e il tecnico italiano che si scusa davanti alle telecamere della Rai. Ma il polverone ormai è alzato, l’attacco mediatico al tecnico del Napoli è iniziato, mentre nelle prossime ore si conoscerà il provvedimento del giudice sportivo, ed eventualmente la Procura Federale aprirà un’inchiesta. Insomma, una serata storta, che potrebbe pesare come un macigno sul prosieguo di stagione degli azzurri, impegnati domenica prossima nella delicata trasferta di Genova con la Sampdoria.

L’eliminazione dalla Coppa Italia però non deve essere vista come una bocciatura della squadra e di tutto quanto di buono fatto finora. Anzi: può servire a dare ai calciatore e al tecnico una maggiore consapevolezza dei propri limiti, e magari invogliare la società a investire sul mercato in questi dieci giorni finali della sessione invernale. E’ palese infatti come al Napoli manchi un centrocampista che sia capace di far rifiatare Hamsik senza colpo ferire; David Lopez è un ragazzo volenteroso e pieno di abnegazione, ma non sembra essere all’altezza di un compito così delicato. Il mese prossimo ricomincerà l’Europa League, Sarri dovrà per forza di cose alternare i calciatori a disposizione. Poter avere una scelta maggiore, soprattutto nel reparto nevralgico del campo, sarebbe importante per l’allenatore partenopeo. Anche perchè in campionato è vietato perdere terreno: lo scudetto resta un sogno importante da cullare, il vero obiettivo da non fallire è la qualificazione alla prossima Champions League, che farebbe rifiatare le casse del club e consentirebbe una progettazione importante delle prossime stagioni.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: