Il portiere è mezza squadra! De Sanctis è di mezza età…

La stagione sta volgendo al termine è già si cominciano a delineare gli obiettivi della prossima stagione. Un Napoli da Champions non potrà prescindere da un progetto tecnico importante che possa battagliare su più fronti. Ad attirare l’attenzione non sono i tormentoni di mercato legati a Mazzarri ed a Cavani, bensì quei pezzi mancanti che completerebbero una squadra di campioni che possa tenere testa agli squadroni italiani ed europei. Il punto debole del Napoli dal punto di vista tecnico è il reparto arretrato che, pur essendo la seconda miglior difesa del campionato, non sembra sia sullo stesso livello dell’attacco. Il giocatore che ha avuto un rendimento inferiore a ciò a cui ci aveva abituati è Morgan De Sanctis. Il numero uno azzurro è stato messo in discussione più di una volta da una parte della tifoseria ed i suoi proclami al temine della partita contro l’Inter: “Io Sono il futuro del Napoli”, non lasciano tranquilli coloro che ricordano i numerosi errori commessi quest’anno. Papere come quelle di Firenze o di Verona contro il Chiedo sono errori che fanno presagire un calo di sicurezza del portiere azzurro. La poca sicurezza nel giocare la palla con i piedi e la difficoltà di comunicazione con i compagni di reparto non ne fanno più un punto di riferimento. Questa è purtroppo la realtà, che non cancella assolutamente le prestazioni esaltanti degli ultimi anni, in cui Morgan ha dimostrato grande sicurezza tra i pali ed un istinto felino degno del miglior Buffon. A questo punto però, sembra che a 35 anni suonati, l’estremo difensore non abbia granchè da dare al calcio napoletano, la sua valutazione economica è ormai in picchiata (2milioni di euro secondo il portale specializzato transfermarkt) e la fiducia dei tifosi è ai minimi storici dell’ esperienza partenopea. Durante la stagione si è spesso parlato di rinnovo del contratto, ma non essendo più giovanissimo, questo prolungamento non sembrerebbe tanto opportuno. Secondo i media però, pare che la dirigenza azzurra si stia muovendo alla ricerca del portiere del futuro. Tra i papabili ci sarebbero Perin del Pescara e Agazzi del Cagliari ma molti ricordano la mancata occasione Handanovic, ex portierone dell’Udinese, società in ottimi rapporti con il Napoli, che ha contratto un ingaggio non esorbitante con l’Inter. E a proposito di Inter ci sarebbe anche l’ex J. Cesar, uno dei più forti al mondo, che vorrebbe fortemente ritornare in Italia dopo la retrocessione del Queens Park Rangers. La conferma delle aspettative nella costruzione di una squadra importante, dovrebbe partire dal principio e, fallito l’esperimento Rosati, Bigon dovrebbe cominciare a pensare al futuro per costruire una SSC Napoli. Cominciare dal numero uno sarebbe cosa buona e giusta.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche:

TAGS: , , ,