Il Napoli torna alla Scala del calcio per un altro acuto. Sei mesi dopo lo 0-4 al Milan

La Milano del calcio vive anni di profonda crisi, eppure le sfide con Milan ed Inter restano, per i tifosi del Napoli, appuntamenti importantissimi nell’arco della stagione. Tanto più se, come sabato sera, i punti in palio diventano fondamentali per tenere viva la fiammella del discorso scudetto: la Juventus giocherà domenica pomeriggio con il Palermo, riportarsi per una notte a tre punti dai bianconeri potrebbe mettere una leggera pressione alla squadra di Allegri. Battere l’Inter inoltre, potrebbe significare anche scolpire una pietra miliare per il secondo posto che significa Champions diretta.

A distanza di sei mesi, il Napoli torna a calcare l’erba di San Siro: il 4 ottobre scorso, contro il Milan, finì in goleada grazie ad un Insigne scatenato, che mise a segno una doppietta d’autore. Gli azzurri vogliono ripetersi contro l’Inter per mettere un’altra spunta alla voce imprese in questa stagione. E le premesse ci sono tutte. Sta bene il Napoli, sia dal punto di vista fisico che mentale: la partita con il Verona ha dimostrato che la squadra ha attutito alla grande il colpo di Udine, e che anche senza Higuain può far leva su un impianto di gioco che consente di non sentire troppo l’assenza dell’argentino. Anche se è chiaro che una cosa è giocare contro gli scaligeri, tutt’altra esibirsi a San Siro con l’Inter.

Possibile, anzi quasi certo, che Sarri riproponga la sua idea di formazione titolare, fatta eccezione ovviamente per Higuain. Reina in porta dunque, con Hysaj a destra e Ghoulam a sinistra; Albiol e Koulibaly al centro della difesa, con il senegalese che si riprende il posto dopo aver scontato la giornata di squalifica. A centrocampo, con Hamsik a sinistra e Jorginho al centro, ci sarà nuovamente Allan a destra: il brasiliano si è allenato bene questa settimana, e tornerà titolare dopo il pit stop con il Verona. In attacco confermato il tridente che ha abbattuto gli scaligeri: Insigne a sinistra, Gabbiadini al centro e Callejon a destra. Con Mertens – anche lui di ritorno dopo la squalifica – che scalpita in panchina.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: