Il ministro della difesa resta ancora in carica. Niente Spagna per Albiol: ha rinnovato fino al 2021

Un colpo importantissimo. Ed espressamente chiesto da Carlo Ancelotti. No, non si tratta di un nuovo acquisto, ma della conferma di Raul Albiol: il difensore spagnolo ha infatti raggiunto un nuovo accordo con il Napoli, per il quale ha rinnovato il suo contratto fino al 2021 (in precedenza la scadenza era 2020), con un leggero ritocco dell’ingaggio. Una notizia che fa felici tutti per una serie di motivi.

Già l’estate scorsa si era infatti parlato di un possibile ritorno di Albiol a Valencia, nella squadra della sua città natia, dove aveva iniziato la carriera. Il patto scudetto fece sì che le sirene rimanessero tali, ma la voglia di concludere la carriera in Spagna era un tarlo che Raul non riusciva a combattere. E inoltre la clausola rescissoria di soli 6 milioni di euro non faceva dormire sonni tranquilli al Napoli, e al suo allenatore. Fu proprio Maurizio Sarri, in una delle sue ultime interviste da tecnico azzurro, a lanciare l’allarme: “Se perdi un difensore del livello di Albiol per 6 milioni, ne devi spendere almeno 70 per comprarne uno di eguale valore”. Era una delle paure di Sarri, che temeva di perdere anche altri perni della sua squadra. L’avvento di Ancelotti ha cambiato drasticamente le carte in tavola. Fondamentale è stata la volontà del giocatore, che alla fine ha deciso di rimanere a Napoli, dove a questo punto concluderà la carriera. Con buona pace del Valencia e anche del Villarreal, che negli ultimi giorni aveva fatto trapelare la possibilità di pagare la clausola: data la vicinanza tra le due città, giocare al Madrigal non sarebbe stato un problema per Albiol, anzi.

A questo punto l’intervento di Ancelotti è stato fondamentale. I bene informati raccontano che tra i due sono intercorse varie telefonate, con il tecnico emiliano che ha fatto capire al calciatore la centralità del suo gioco nei meccanismi del Napoli che verrà. De Laurentiis ha fatto il resto, ed Albiol è stato felicissimo di firmare il nuovo contratto. D’altronde il difensore non aveva mai fatto mistero di come la sua famiglia si trovasse bene a Napoli, dove la splendida moglie e i suoi quattro figli si sono ormai ambientati alla grande. Si è consultato con loro, da buon padre e da buon marito, e alla fine la decisione è stata unanime. Si resta a Napoli, dove Raul continuerà a guidare la retroguardia azzurra, da ministro di una difesa che dopo l’ottima stagione terminata dovrà confermarsi ad altissimi livelli e se possibile migliorarsi ulteriormente. Si riparte da una certezza in più.

Vincenzo Balzano

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: