Higuain-Napoli, rinnovo in vista? Ieri il vertice nel ventre del San Paolo

Il Napoli ha battuto il Bologna con un tennistico 6-0, dimenticando la scialba prova di San Siro con l’Inter e dando un segnale molto forte alla Roma, impegnata stasera in casa con il Torino e prossimo avversario degli azzurri in uno scontro diretto in cui si potrebbe giocare addirittura con due risultati su tre a disposizione: anche se i giallorossi vincessero stasera, il Napoli arriverebbe all’Olimpico con cinque punti di vantaggio e la possibilità concreta di chiudere i giochi quasi matematicamente. Altrimenti se ne parlerà, con ogni probabilità, alla terz’ultima con l’Atalanta.

Con la possibilità, ormai quasi certa, di giocare la Champions League l’anno prossimo, il club può iniziare a progettare il futuro. E quando si parla di futuro, ovviamente, le attenzioni sono incentrate tutte su Gonzalo Higuain: va via o resta? Higuain-Napoli è molto di più di un semplice rapporto tra un calciatore e la sua squadra. É un’alchimia costruita nel tempo, una storia d’amore che ha conosciuto momenti di gioia e lacrime, e che romanticamente i tifosi vorrebbero non si interrompesse mai. Magari non quest’estate almeno: l’anno prossimo il Napoli avrà l’obbligo di lottare per lo scudetto in maniera ancora più incisiva rispetto a quanto accaduto in questa stagione, e farlo con Higuain in squadra sarebbe ovviamente più semplice.

In tal senso, ieri sera, nel ventre del San Paolo, si è vociferato di un incontro segreto tra Higuain e De Laurentiis, avvenuto proprio dopo la partita in una saletta appartata e lontano da occhi indiscreti. Cosa si siano detti è ovviamente coperto da stretto riserbo, ma il futuro del Pipita è stato di certo al centro delle loro parole. L’attaccante argentino sa di essere in un momento importante della sua carriera: dovesse firmare un nuovo contratto, a 28 anni, sarebbe probabilmente l’ultimo veramente importante. Per questo, più che l’aspetto economico – il Napoli è in grado di alzargli ulteriormente l’ingaggio – a fare la differenza saranno i programmi del club. Perché un giocatore come Higuain, è nella condizione di chiedere garanzie importanti, che non siano certezza di vincere, ma almeno di essere in lotta ogni anno sia in campionato che in Champions League. In fondo, era la stessa cosa che chiedeva Cavani. La speranza è che la storia, per una volta, non si ripeta.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: