“Grazie Mazzarri, hai reso grande il Napoli”. Lettera di un tifoso al mister

Caro Walter, grazie.

Ci hai appena detto addio e già mi manchi. Molti si sono detti sollevati dal tuo abbandono della panchina azzurra, hanno festeggiato su Facebook, ho letto una pioggia di “assafà”. Bene, ognuno è libero di pensarla un po’ come vuole. Tanto lo so che presto si scopriranno a rimangirsi queste parole e a chiedersi: “E se ci fosse stato Mazzarri?”, a immaginarsi che cosa faresti tu, se fossi ancora seduto su quella panchina. E questo avverrà a prescindere da chi si siederà al tuo posto. Fosse pure un padreterno sceso in terra, quattro anni come questi non si possono dimenticare facilmente. Hai dato forza e personalità a una squadra che non ne aveva, hai posto le basi per un grande Napoli. Hai portato gli azzurri in Europa per due volte di seguito. E fa un po’ effetto pensare che non sarai tu, ora, a raccogliere i frutti di quanto seminato.

Forse il saluto più bello te lo ha dato proprio il tuo pupillo. “E’ un orgoglio essere stato allenato da un Mister cosi come Mazzarriche oggi ci saluta, ho imparato tanto e insieme con tutto il gruppo abbiamo portato al Napoli fra i club più importanti della italia”, ha scritto Edinson Cavani su Twitter.

Sul tuo addio si sprecano le ipotesi. Per qualcuno te ne vai perché De Laurentiis non ti mette in rosa i giocatori che vuoi. Perché il Napoli è una grande squadra ma non ancora a livello delle big. Per qualcunaltro ti mancherebbe un dirigente sportivo alla Adriano Galliani. C’è pure chi ti vede poco stimolato dalla prospettiva di dare uno scudetto al Napoli. E in questo caso bisognerebbe essere folli a non voler dare uno scudetto a questa città. L’ipotesi che tu abbia paura di non riuscire a far meglio di quanto hai già fatto non voglio proprio metterla in conto. Tu hai sempre mostrato di avere un’alta considerazione di te stesso, di aver fede nel tuo calcio: è questa mentalità che ha reso grande il tuo Napoli ed è questa mentalità che ti viene rimproverata dai tuoi detrattori. Quante te ne hanno dette, persino che non hai davvero a cuore Napoli, perché sennò non avresti preso casa a Pozzuoli ma a Marechiaro. Sciocchezze. Te ne sei andato dicendo che farai “il tifo per lo scudetto del Napoli”. Ma ce ne sono tanti come me che vorrebbero che fossi tu a portarci dritti verso il tricolore. E sarebbe stata questa la più degna conclusione del tuo ciclo al Napoli.

Tu, dando l’addio, hai spiegato poco e niente. Ti sei limitato a dire che hai “concluso il ciclo” e hai ringraziato “giocatori e tutti i tifosi, da sempre al mio fianco. È una scelta che balenava nella mia testa da alcuni giorni. Ringrazio il presidente De Laurentiis e Bigon per aver cercato di convincermi fino a oggi a restare. È stata una stagione eccezionale per gli azzurri: ho dato tutto me stesso; ma è arrivato il momento di un altro step”. Si volta pagina, lo ha scritto anche il presidente De Laurentiis su twitter. Aspettiamo di conoscere il nome del nuovo mister, ma non ti dimentichiamo.

Ancora grazie, Walter.

Un tifoso

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche:

TAGS: , , , ,