É già Juve-Napoli: guerra di fatturati, Allegri attacca Sarri: “Guardi in casa sua”

Si gioca il prossimo 13 febbraio, ma per certi versi Juventus-Napoli è già iniziata: per i tifosi certo, che non vedono l’ora che arrivi quel giorno, e per le polemiche che già sono sorte intorno al match.

NIENTE TIFOSI AZZURRI - La Questura di Torino ha deciso che il settore ospiti dello Juventus Stadium non sarà aperto ai tifosi del Napoli. Una scelta che ha indispettito gli oltre due mila sostenitori azzurri pronti a partire per Torino, qualcuno già con il biglietto aereo in tasca. Anche all’andata però, la Questura di Napoli prese la stessa decisione: niente tifosi bianconeri al San Paolo e settore ospiti chiuso. Il problema, fanno sapere da Torino, è assicurare l’ordine pubblico nelle immediate adiacenze dello stadio. È lì che i più facinorosi potrebbero decidere di affrontarsi e di creare danni. Da qui la decisione, sofferta ma tutto sommato condivisibile, di non far arrivare i tifosi azzurri. Divieto valido solo per quelli residenti in Campania: chi tifa Napoli e abita in altre regioni, può comunque comprare un tagliando per la partita.

GUERRA DI FATTURATI - L’attenzione si sposta poi sull’aspetto economico. Sarri è stato chiaro: “La Juventus ha un fatturato molto più grande del nostro, noi siamo lassù a lottare con lei solo perchè i bianconeri hanno sbagliato qualche partita ad inizio campionato”. Verità inconfutabile – anche se nel calcio, per fortuna, non vincono sempre e solo quelli che hanno i soldi – che invece Massimiliano Allegri ha provato a intaccare: “Sarri sta facendo un’ottima stagione con il Napoli, ma guardi solo a casa sua, non venga a mettere il naso in cose nostre”. Una polemica che oggi il quotidiano torinese Tuttosport ha cavalcato alla grande. Ma a Torino, si sa, a questi tranelli mentali sono abituati. Dovrà essere il Napoli a dimostrarsi superiore.

 

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: