De Laurentiis e quel cambio di strategia sul mercato tanto agognato

Un altro passo in avanti. Tale è da considerare la nuova strategia messa ufficialmente in atto da Aurelio De Laurentiis sul calciomercato.

“Sarà Sarri a doverci dire quanto i nuovi innesti possano fare al caso nostro. Gli acquisti di prospettiva possono essere fatti indipendentemente dal parere dell’allenatore, ma il discorso cambia sugli acquisti per l’immediato. In questo caso andiamo da Sarri e vogliamo che ci dica: “Va benissimo, non avrà bisogno di sei mesi prima di giocare”": le parole del presidente del Napoli alla radio ufficiale certificano il cambio di rotta in atto in casa partenopea.

POTERE A SARRI E ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ

De Laurentiis ha implicitamente ammesso alcuni errori, e allo stesso tempo ha dato a Sarri un potere che prima non aveva. Ma la posta in palio è ora troppo alta, il Napoli ha intenzione di giocarsi tutte le fiches disponibili sullo scudetto. E allora l’investimento a gennaio ci sarà, e non sarà una comparsa come Grassi o Regini, o un calciatore con caratteristiche che non si addicono al calcio di Sarri, come è stato Pavoletti l’anno scorso.

“Il “Va pensiero” verdiano potrebbe essere uno spartito consono per noi”, la chiosa di De Laurentiis sull’argomento mercato, a conferma di una trattativa, quella per Simone Verdi, che è ormai giunta al termine, e che si concluderà (come anticipato qui da qualche giorno) con l’arrivo a Napoli del giocatore del Bologna. Un affare che è la prova provata del cambio di strategia del Napoli: è stato Sarri ad approvare l’acquisto di Verdi. Deulofeu sarebbe stato ugualmente gradito ma, non conoscendo ambiente e idea di gioco, ci avrebbe messo molto più tempo per essere utilizzabile. E allora via con Verdi, sperando che sia lo spartito giusto per volare su ali dorate e tricolori.

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: