Contratto di sponsorizzazione Napoli-Kappa, primo bilancio: il binomio è ancora vincente

Il matrimonio tra Robe di Kappa e il Napoli è stato frutto di un rendez vous che si è ripetuto a distanza di anni: l’azienda torinese era stata infatti il primo sponsor tecnico dell’era De Laurentiis, nell’ormai lontano 2004. Dopo due lustri quindi, le strade si sono di nuovo incrociate, con entusiasmo da una parte e dall’altra. E ovviamente è l’aspetto economico, come al solito preponderante in questo tipo di operazioni, a farla da padrone nelle relative analisi.

L’accordo tra Napoli e Robe di Kappa è della durata di 5 anni: il club partenopeo incasserà ben 8 milioni di euro a stagione, diventando così il quarto più pagato della Serie A dopo Juventus (30 milioni da Adidas), Milan (30 milioni da Adidas) e Inter (20 milioni da Adidas). Bravo De Laurentiis a fiutare l’affare, e brava la Kappa ovviamente a coglierlo al volo con una proposta importante. Basti pensare che la Roma, sponsorizzata da Nike, riceve dal marchio americano una cifra inferiore rispetto a quella pagata da Kappa al Napoli.

E questa stagione, appena conclusasi, si è rivelata un successo sia per il marchio torinese che per quello del Napoli. I tifosi partenopei hanno dimostrato di gradire, e non poco, la maglia che Kappa ha ideato per l’annata che ha riportato il club in Champions League. E per l’anno prossimo sono annunciate novità importanti, riguardanti sia la prima che la seconda maglia, nonchè quella che gli azzurri indosseranno proprio nella massima competizione continentale.

Insomma, sia Napoli che Robe di Kappa si augurano di poter raggiungere in futuro risultati sempre più importanti, anche perché il contratto che lega i due brand ha una durata quinquennale: esaurito il primo anno, ne restano quattro per provare a legare indissolubilmente il marchio Robe di Kappa a quello del Napoli: un binomio che resterebbe nella storia se il club partenopeo dovesse arrivare, nel corso di questi anni, alla vittoria dello scudetto.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: