Champions, tutti gli incassi che risolleverebbero il Napoli

Con la partita di stasera a Bologna, se il Napoli porterà a casa tre punti si guadagnerà ufficialmente il secondo posto in classifica e l’entrata diretta in Champions League. Una portita importantissima, quindi, si giocherà a breve: quella che consacrerà il migliore Napoli degli ultimi 23 anni, una stagione di record e l’entrata in cassa di un bel gruzzoletto di soldi. Sì, perché correre per la Coppa Uefa è anche questo: ricevere il premio di partecipazione e alzare le quote di partnership degli sponsor, in primis. Poi, ci sono tutti gli introiti legati al marketing. E il presidente De Laurentiis non ha mai fatto mistero di puntare alla Champions anche per fare cassa, visto che ha sottolineato in più sedi che l’ Europa League non ha di certo arricchito le casse della società. Il Napoli per l’Europa League ha ricevuto un bonus di partecipazione di soli 640.000 euro. Di qui, l’entusiasmo per la Champions.

Concorrere alla coppa Uefa, invece, significa innanzitutto incassare un tesoro da 8,6 milioni di euro che la Champions garantisce a tutte le 32 squadre della prima fase, quella dei gironi. Quindi, ci sono i premi per ogni vittoria: 1 milione nella fase a gironi, 500 mila euro per ogni pareggio. Poi, più vai avanti, più guadagni. Senza dimenticare gli incassi derivanti da diritti televisivi e sponsorizzazioni. Due anni fa, per intenderci, l’ingresso negli ottavi di Champions portarono al Napoli altri 3 milioni di euro. Senza dimenticare il San Paolo: dalle 4 supersfide con Manchester City, Villarreal, Bayern Monaco e Chelsea, il Napoli ha incassato ai botteghini poco meno di 10 milioni di euro.Facendo una rapida somma, all’epoca il Napoli guadagnò una cifra arrotondabile a 28 milioni di euro.

Quest’anno, insieme al Napoli, entreranano direttamente in Champions la Juventus, il Manchester United, il City (più una tra Chelsea, Arsenal e Tottenham), il Bayern, il B.Dortmund, il Bayer Leverkusen, il Real Madrid, il Barcellona, l’Atletico Madrid, il Psg e il Marsiglia. Grazie al fair play finanziario, sono sette anni che il Napoli non certifica un rosso  in bilancio. De Laurentiis ha sempre speso in base ai guadagni. Ed è una ragione sufficiente, questa, per immaginare cosa possa significare per il futuro della squadra guadagnare un bel gruzzolo di soldi che permetterebbero investimenti importanti sul mercato. De Laurentiis potrebbe finalmente venire incontro ai tifosi che chiedono da un bel po’ di tempo degli acquisti significativa da parte della società. Il Napoli poi sa bene che la partecipazione alla Champions consentirà di negoziare meglio anche nuove partnership commerciali. Così, come anche il valore economico della rosa aumenta.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche:

TAGS: , , , , ,