Ancelotti porta il Napoli in una nuova era: ecco come cambierà anche la comunicazione del club

L’annuncio ufficiale è stato dato due giorni fa, e in 48 ore il Napoli si è già potuto accorgere della potenza mediatica devastante di aver messo sotto contratto un allenatore come Carlo Ancelotti. Un personaggio a 360°, rispettato da tutti nel mondo del calcio: dalla Reggiana al Bayern Monaco, passando per il Parma, la Juventus, Milan, il Real Madrid, il Chelsea e il Paris Saint Germain, Carletto si è fatto voler bene ovunque, guadagnandosi il rispetti di calciatori e tifosi. E al di là dei risultati prestigiosi costruiti in campo, è una persona che riesce a comunicare in maniera eccelsa con la stampa, senza isterismi e paranoie cui purtroppo l’ambiente napoletano si è dovuto abituare nel corso degli anni.

Chiarezza è la parola d’ordine. D’altronde, nell’epoca dei social dove tutto lascia traccia, sarebbe impossibile il contrario. E proprio dai social, e dall’utilizzo che ne fa, si può comprendere bene la portata del personaggio Ancelotti. Ha innanzitutto un sito personale sempre aggiornato con le notizie che lo riguardano. Su di esso campeggia, in queste ore, un’immagine dell’allenatore impiantata graficamente all’interno dello Stadio San Paolo, insieme allo slogan “Una sfida molto eccitante”. Proprio all’impianto di Fuorigrotta, e ai tifosi che riescono sempre a trascinare la squadra, è dedicato il primo articolo da quando il tecnico ha firmato. Nell’articolo riguardante proprio il matrimonio tra Ancelotti e il Napoli, si legge: “L’accordo di Carlo Ancelotti sarà valido per le prossime tre stagioni, e pone il neo-tecnico partenopeo di fronte alla grande sfida di riportare il Napoli alla vittoria dello scudetto e a un ruolo da protagonista in Champions League. In piena crescita, dopo due stagioni contraddistinte da un serrato testa a testa con la Juventus per lo scudetto, il club napoletano ha deciso di affidarsi ad Ancelotti per fare quel salto di qualità che gli consenta di tornare a vincere il campionato a 28 anni di distanza. Un’impresa tutt’altro che semplice per una società che nei suoi 92 anni di storia vanta nel suo palmares due scudetti, cinque Coppe Italia, due Supercoppe italiane e una Coppa UEFA”: eccola la chiarezza, nell’enunciare gli obiettivi e giustamente anche le possibili difficoltà nel perseguirli.

Torniamo ai social, dove i numeri del neo tecnico azzurro sono da capogiro. Il suo profilo ufficiale Instagram è seguito da ben 4,3 milioni di utenti: basti pensare che il profilo ufficiale del Napoli ne conta 892 mila. Su Twitter Ancelotti conta 2,37 milioni di follower, contro gli 1,37 del Napoli. Il post con il quale l’allenatore ha annunciato il suo arrivo sulla panchina partenopea è stato retweettato ben 2 mila volte e ha ottenuto oltre 7 mila Mi piace. Gli hanno scritto in tanti, tra questi anche Massimiliano Allegri (“Bentornato in Italia, la serie A ritrova un’eccellenza del nostro calcio), Kakà e Xabi Alonso, che ha concluso i suoi auguri con un caloroso Forza Napoli. E’ giusto un assaggio per far capire la portata dell’operazione messa in piedi da De Laurentiis: una strategia calcistica che dovrà portare il Napoli ai vertici da un lato, e una di marketing che dovrà mirare ad avvicinare il club, nei prossimi anni, al gotha del calcio europeo per fidelizzazione e brand reputation.

Vincenzo Balzano

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: