Allan ora è imprescindibile. E ammette: “Io come Careca e Alemao: è il momento di vincere a Napoli”

Allan Marques Loureiro è giunto alla sua quarta stagione nel Napoli. E se c’era qualcuno che si aspettava una presenza meno certa del brasiliano, nella formazione tipo di questa stagione, è stato già ampiamente smentito. Almeno per il momento: Allan è semplicemente imprescindibile. Ci ha provato, Ancelotti: ma il centrocampo formato da Zielinski, Hamsik e Fabian Ruiz non offre sufficienti garanzie in fase difensiva. Per questo il metodista brasiliano ha un peso specifico enorme in questo Napoli: oltre all’aspetto fisico, la corsa che offre in aiuto ai compagni è spesso decisiva. Tante volte Hysaj se l’è trovato al suo fianco per il raddoppio sull’avversario, idem Callejon, che trova sempre in Allan lo scarico perfetto quando non è servito in velocità.

Al di là delle considerazioni tecnico-tattiche, sono belle da ascoltare e da leggere le parole del centrocampista azzurro, che ha parlato ai microfoni dei media brasiliani di Lance.com.br. “Napoli ha una storia molto buona con i brasiliani, penso a Careca ed Alemao che hanno vinto titoli con la maglia del club e ne hanno fatto la storia: vorrei seguire le loro orme. Jorginho era un calciatore molto importante per noi ma è andato via: con gli altri ragazzi che abbiamo in rosa sopperiremo nel modo migliore al suo addio. Abbiamo calciatori molto buoni che ci aiuteranno a fare un grande campionato”.

“Credo che la mia permanenza di sette anni in Italia non possa che aiutarmi, è ovvio che anno dopo anno ne guadagno in esperienza e ciò non può che essere positivo. E’ il mio quarto anno al Napoli e i calciatori che hanno maggiore esperienza aiutano chi arriva al club affinché possano migliorarsi e sentirsi parte della squadra. Non c’è dubbio, l’ultima stagione è stata molto positiva per me. Abbiamo sempre provato a migliorare e lo faremo anche quest’anno. Proverò duramente a diventare un calciatore ancora più continuo, a migliorare i miei numeri, affinché possa aiutare il Napoli a lottare per i vertici del campionato italiano”.

“Abbiamo avuto un buon cammino pre-campionato, abbiamo lavorato duro. Stiamo provando a mettere in pratica quanto più velocemente possibile ciò che ci chiede il nuovo allenatore, non possiamo già pensare allo scudetto però vogliamo partire bene e guardare partita dopo partita. Se poi saremo in una buona posizione, allora lo scudetto diventerà uno dei nostri obiettivi”

“Inter e Milan sono due società che hanno una grande storia nel calcio italiano ed internazionale. Hanno passato dei brutti momenti, ma hanno investito molto e stanno tornando per lottare affinché abbiano un posto in Champions League. E’ una cosa buona per il campionato italiano, che torna ad essere competitivo come un tempo, un torneo in cui vogliono esserci i migliori calciatori. Con il ritorno di Inter e Milan, ed i loro acquisti, lo spettacolo del campionato non può che aumentare”

“Cristiano Ronaldo? Il suo arrivo in Italia aumenta la visibilità del torneo e regala un motivo in più per competere. Certo, è importante avere in Italia il calciatore che per cinque anni è stato insignito del titolo di migliore al mondo: dimostra il fatto che i club stanno tornando a spendere e vogliono lottare per i trofei. L’arrivo di Cristiano Ronaldo è molto importante, dà molta qualità alla Juventus ma un solo giocatore non può vincere da solo il campionato. Noi pensiamo a noi stessi, faremo ciò che abbiamo sempre fatto e proveremo a lottare con la Juventus”.

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: