Roma-Napoli, Mazzarri punta alla migliore media punti della storia

E’ l’ultima partita del campionato e seppur non possa cambiare nulla nella classifica, Roma-Napoli è un match atteso per molti motivi. L’attenzione in realtà è tutta puntata sul post-partita quando, dopo il fischio dell’arbitro, i nodi verranno al pettine: il campionato sarà definitivamente alle spalle e Walter Mazzarri potrà finalmente svelare quello che oramai è diventato un segreto di pulcinella, ovvero il suo addio alla maglia azzurra e le motivazioni (non di certo economiche) che lo spingerebbero al divorzio.

Al termine della gara il mister infatti dovrà annunciare, subito dopo o domani al massimo, le sue intenzioni. Non c’è molto da dubitare oramai sul fatto che il tecnico toscano dirà addio al Napoli e che nel suo futuro potrebbe esserci, ironia della sorte, proprio la Roma. “Se ho deciso di parlare dopo l’ultima di campionato ci sono dei motivi ben precisi, domani capirete tutto” ha detto nella conferenza stampa di ieri. E il momento di capire finalmente è arrivato.

Walter Mazzarri, però, tiene molto a questa partita. La vittoria a Roma, infatti, significherebbe non solo chiudere la stagione in bellezza ma, probabilmente, sigillare la sua parabola felice al Napoli con un altro record. Se non ha avuto tempo e modo per conquistare lo scudetto, almeno il tecnico potrà dire di aver portato a casa la migliore media-punti della storia del Napoli. Un record per sottili pensatori, questo, ma che evidentemente a Mazzarri piace mettere in evidenza. Il Napoli vinse il suo secondo scudetto nel 1990 con 51 punti in 34 giornate il Napoli ottenne  con 21 vittorie, 9 pareggi e 4 sconfitte. Allora, valeva la regola dei due punti per ogni vittoria e rapportando quel campionato con i tre punti assegnati oggi  abbiamo 72 punti che, distribuiti in 34 giornate significano 2,11765  punti in media a partita. Con i 3 punti assegnati oggi (se gli azzurri vincono a Roma), invece, il Napoli chiuderebbe il campionato a 81 punti che, divisi in 38 giornate, significano 2,13158 punti in media a partita. Sottolineare di voler chiudere il campionato portando il Napoli alla migliore media punti della sua storia calcistica risuona un po’ come una vittoria di Pirro. Ma il mister di San Vincenzo ha mostrato di tenerci molto. Un successo, d’altronde, va sempre riconosciuto.

Intanto, Roma- Napoli. Andreazzoli risparmierà gran parte dei titolari. Davanti a Lobont linea difensiva con Castan e Burdisso al centro (ma non è da escludere un’occasion per il giovane Romagnoli), Piris a destra e Dodò a sinistra. Davanti alla difesa potrebbe esserci la coppia Bradley- Tachtsidis con un terzetto composto da Florenzi, Lamela e Lopez in supporto di Destro. Mentre  Mazzarri potrebbe dare spazio a Rosati tra i pali, in difesa Rolando, Cannavaro e Britos (ma non è da escludere l’impiego di Gamberini). A centrocampo rientra Behrami con uno tra Dzemaili e Inler, sulla destra torna Maggio ed a sinistra Armero è in vantaggio su Zuniga. In attacco Hamsik in supporto di Pandev e Cavani.

Domani, si penserà invece al dopo Mazzarri. Per la sostituzione del mister, risultano in pole position Roberto Di Matteo e Marcelo Bielsa. Proprio l’ex tecnico del Chelsea che eliminò gli azzurri in coppa Uefa viene dato come favorito per il Napoli della prossima stagione, alle prese  con un doppio impegno in Campionato ed in Europa.

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche:

TAGS: , , , , ,

3 Comments

  1. a lot. I hope to give something back and help others like

  2. Ahaa, its good conversation {regarding|concerning|about|on

  3. Donny Nieder scrive:

    I have been absent for some time, but now I remember why I used to love this website. Thanks , I’ll try and check back more frequently. How frequently you update your web site?

Leave a Comment