L’infortunio di Tonelli ora è un caso: l’ex Empoli verso l’esclusione dalla lista Champions

Quello di Lorenzo Tonelli è stato il primo acquisto del Napoli targato 2016-2017: il difensore fu annunciato da Aurelio De Laurentiis nei minuti successivi alla vittoria contro il Frosinone nell’ultima giornata dello scorso campionato, che diede al Napoli la certezza del secondo posto e della matematica partecipazione diretta alla prossima Champions League.

In quell’ultima giornata, in molti non ci fecero caso, Tonelli non scese in campo per disputare la sua ultima partita con la maglia dell’Empoli nel match del Castellani contro il Torino. A distanza di tempo, alcuni spifferi provenienti da Castel Volturno hanno spiegato i motivi di quell’assenza. Il Napoli, che aveva di fatto già concluso con il club toscano l’acquisto del calciatore, aveva saputo proprio dall’Empoli di questo piccolo problema che affliggeva il ginocchio del difensore; una lieve infiammazione, a causa della quale la società partenopea chiese di non farlo scendere in campo nell’ultima partita di campionato.

Poi l’arrivo a Napoli, salutato con entusiasmo dal calciatore e ricambiato dall’affetto dei napoletani, che su certe cose sono empatici: sarà stata la faccia da duro, la sua stazza, il suo sguardo serio, fatto sta che Tonelli è entrato subito nei cuori dei tifosi, anche perché lui, molto attivo sui social, ha interagito con loro, chiedendo consigli finanche su dove andare ad abitare, su cosa visitare e su come vivere al meglio la città di Napoli. In poche parole, l’ambientamento del calciatore nella realtà partenopea è stato immediato.

Tutt’altra storia invece per quanto riguarda il campo. Perché lì Tonelli, in realtà, non ci è mai sceso con la maglia del Napoli sulle spalle. Nemmeno un minuto nelle amichevoli che la squadra di Sarri ha disputato prima dell’esordio in campionato a Pescara. Qualche sporadico allenamento a Dimaro – sempre a parte, mai con i compagni – fatto prevalentemente di corsa leggere e tanta palestra. Il motivo? L’infiammazione al tendine rotuleo del ginocchio destro: la terapia, per il calciatore, consiste in stratching rotuleo, utilizzo di ghiaccio e tanto riposo. Proprio per questo il Napoli è preoccupato: si ipotizza che potrebbe restar fuori per ancora due mesi. E di conseguenza il club partenopeo dovrebbe estrometterlo dalla lista che verrà consegnata alla Uefa e che conterrà i giocatori che dovranno scendere in campo in Champions League.

Sono fondate quindi le notizie secondo cui il club stia cercando un altro difensore da inserire in rosa: Maksimovic è in cima alla lista dei desiderata di Sarri, da tenere in considerazione anche Criscito e Caceres, soprattutto per la loro duttilità tattica, che gli consentirebbe di giocare senza problemi sia al centro che sugli esterni.

 

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Leggi Anche: